Giornalismo

Presentazione del Reparto :

 

Raccontare cos’è successo all’ultima conferenza o workshop della SDSA, trasmettere le emozioni vissute durante le visite culturali organizzate dall’associazione, intervistare figure della Ginevra Internazionale o della diplomazia mondiale, oppure analizzare gli ultimi sviluppi dell’attualità geopolitica internazionale, il tutto attraverso articoli scritti e da un punto di vista politicamente neutrale. 

Ecco il ruolo del Reparto Giornalismo della Swiss Diplomacy Students Association. Inoltre, questo Reparto collabora attivamente con/la Webmaster e/o la Community Manager per rendere i suoi articoli disponibili sul sito web e sui social network.

 

Una parola della capa del Reparto Charline Pasche:

 

Giornalista

“Ho iniziato il Bachelor di Relazioni Internazionali alla nascita della SDSA, ovvero nel 2019. L’ambizione e la professionalità di questa associazione mi hanno convinta fin dal mio primo incontro con essa. Sono membro del Reparto di Giornalismo per il quale scrivo Flashnews ed articoli lunghi, convinta che sia indispensabile tenersi aggiornati sull’attualità, imparare a sintetizzarla e saperla interrogare con pensiero critico. Considerando la diplomazia come elemento essenziale per consentire i progressi della nostra società, voglio far parte di questa generazione di professionisti impegnati nello sviluppo di nuove soluzioni per un mondo più sostenibile, equo e pacifico.”

 

 

 

 

 

 

Valérian Cerino

Giornalista

“Geografo di formazione, ho scelto di redigere una tesi dedicate al conflitto russo-ucraino, prima di convalidare un Master di specializzazione “Russie Europe Médiane” al Global Studies Institute. La Swiss Diplomacy Student Association mi aiuta a capire gli ingranaggi della Ginevra internazionale. Io porto a questo progetto le mie analisi, redigendo articoli che fanno la sintesi dell’attualità oppure di una questione internazionale.”

 

 

 

 

 

 

 

David Alaverdyan

Giornalista

“Far parte della SDSA è per me un’opportunità eccezionale. In primo luogo, perché nel quadro dei miei studi al Global Studies Institue, poter scrivere degli articoli sulle mie arie geografiche di specializzazione è un’aiuta formidabile. Mi permette inoltre di partecipare ad un progetto comune che ruota intorno alle mie passioni -la diplomazia e le relazioni internazionali.” “

 

 

 

 

Roland de Pury

Giornalista

“Ginevra è uno spazio di cooperazione internazionale in cui sono cresciuto con l’intenzione di far parte del suo quadro cosmopolita. Integrando la SDSA, ho voluto avvicinarmi alla sfera della diplomazia e della cooperazione, due ambiti a cui vorrei dedicare gran parte della mia vita lavorativa. Interessato alla storia ed alla geopolitica internazionale, mi è sembrato rilevante di far parte del Reparto Giornalismo per poter redigere articoli di attualità. Far parte di quest’associazione è per me l’occasione di incontrare e di lavorare con altri studenti su dei progetti strettamente connessi al mondo professionale. La SDSA contribuisce così a rendere popolare un ambito che a volte può essere percepito come elitario ed inaccessibile.”

 

 

 

 

Yannis Bonnet 

Giornalista

“Entrando a far parte della SDSA, ho voluto impegnarmi in una serie di attività che hanno senso, che mi portano sul piano professionale e sociale, all’altezza di ciò che io stesso potrò offrire all’associazione. Avvocato curioso, amante delle belle parole e studente appassionato del MAREM, entrare nel dipartimento di giornalismo si rivelò a me come un’evidenza. Scrivere sul mondo delle relazioni internazionali e permettermi di condividere il mio sapere e le mie analisi rappresenta un’immensa opportunità che avrà, ne sono certo, delle ottime ripercussioni sul mio futuro professionale. Inoltre, essere in grado di condividere ed imparare da altri membri altrettanto appassionati rende questa funzione piacevole e stimolante, mettendo devozione e coinvolgimento su un piedistallo nella mia visione della SDSA.”

 

 

 

 

 

 

 

Marie Durussel

Giornalistà

“Attualmente studentessa di relazioni internazionali a Ginevra, sono appassionata di diplomazia e dello studio di lingue straniere. Fondamentalmente multiculturale, ho aderito alla SDSA perché è una grande famiglia che permette ai suoi membri di lavorare in team su progetti molto diversi. Il Reparto di Giornalismo offre ai suoi membri numerose competenze tra cui l’apertura mentale, la capacità di ascolto e lo spirito di iniziativa. “

 

 

 

 

 

Tamrat Haile

Giornalistà

“Sono entrato a far parte del Reparto di Giornalismo della SDSA nel settembre 2021. Come studente di Studi africani, sono molto interessato alla politica e alla diplomazia dell’Africa. Credo che far parte di questo Reparto della SDSA mi consentirà di condividere le mie opinioni sulla politica e la diplomazia africane con i miei colleghi della SDSA e con il pubblico in generale. Non vedo l’ora di lavorare con il team giornalistico della SDSA per produrre articoli che non solo forniranno informazioni ma incoraggeranno anche i nostri lettori a guardare alla diplomazia in generale ed alla diplomazia africana in particolare in una prospettiva diversa e nuova. “

 

 

 

 

 

 

 

Aline Leutwiler

Giornalistà

“Una forte convinzione della necessità e dell’efficacia della diplomazia mi ha spinta verso il Bachelor di Relazioni Internazionali a Ginevra e pure anche verso la SDSA. Non voglio soltanto seguire le notizie, ma ho voglia di contribuire attivamente alla redazione col Reparto di Giornalismo. Ho già lavorato per i Reparti di Economia e Politica per il giornale Blick. Attualmente, sto lavorando come giornalista libera per Aerotelegraph ed alcune piccole pubblicazioni. “

 

 

 

 

 

Matteo Esclapes

Giornalistà

“La SDSA e il suo Reparto di Giornalismo sono ambienti in cui si avverte una vera e propria ebollizione intellettuale. Esserne membro offre un costante stimolo, in particolare grazie alla sua comunità tanto arricchente quanto eclettica. Proprio per quanto riguarda il Reparto di Giornalismo, i suoi ambiziosi progetti e le partnership di alta qualità sono preziosi contributi al mio curriculum. L’esigenza di professionalità nutre a mio avviso una vera dinamica virtuosa. Aggiungerei che le poste in gioco del giornalismo sono grandi, e se «nominare un oggetto in modo sbagliato è aggiungere una disgrazia a questo mondo», è allora nostra responsabilità esercitare questa funzione con etica e impegno. “